Fibre di additivazione

Le fibre di additivazione sono utilizzate sia nella produzione di conglomerati bituminosi, sia di misti cementati.

Le diverse tipologie usate a seconda delle lavorazione sono quelle di cellulosa e quelle sintetiche.

L’utilizzo delle fibre nei conglomerati bituminosi aumenta le caratteristiche del legante aumentando la stabilità del mastice (filler + bitume), evitandone la separazione dallo scheletro litico, diminuendo la suscettibilità termica, aumentando i valori di resistenza a trazione e le prestazioni di durata a fatica.

L’utilizzo di fibre nei misti cementati e nei conglomerati cementizi, aumenta le capacità prestazionali, limita e ritarda la formazione di microfessure.